www.hypersmash.com Ping your blog

venerdì 15 giugno 2012

Il mio sapone #1 Gli ingredienti


Fare il sapone a casa era un'idea che mi frullava in testa già da parecchio, poi ho iniziato a cercare su internet e ho visto che è una produzione abbastanza comune. L'uso della soda caustica un pochino mi spaventava visto che sono una nota imbranata ;) ma mi sono detta se lo fanno così tante persone non sarà un'impresa impossibile no?!
E così mi sono armata della massima cautela e ho iniziato a saponificare ed in effetti non è una cosa difficilissima ne troppo pericolosa, ovviamente bisogna fare attenzione e munirsi di tutte le precauzioni del caso.


Per prima cosa bisogna procurarsi dei guanti, una mascherina e degli occhiali di protezione. Senza questi è meglio non iniziare.

L'attrezzatura necessaria non è moltissima, ricordatevi solo che tutto ciò che usate per fare il sapone poi potrebbe rimanere caustico e quindi è meglio non utilizzarlo per altri scopi.
Quindi datevi un'occhiata intorno e munitevi di questi utensili:
Una bilancia elettronica 
Un termometro che misuri da -10 a +110 
Una pentola di acciaio inox 
Una caraffa in pirex, ceramica o in plastica resistente alle alte temperature 
Cucchiai di legno 
Un frullatore a immersione
Vecchie coperte 
Stampi, vanno bene quelli in silicone ma anche vecchi contenitori l'importante che siano flessibili

Passiamo ora agli ingredienti
Il sapone è un sale di sodio o di potassio di un acido carbossilico alifatico a lunga catena; viene prodotto e usato per sciogliere le sostanze grasse nei processi di pulizia.
Si prepara per saponificazione, ovvero per idrolisi alcalina, di grassi che porta alla formazione del sale carbossilico (il sapone). Detto questo ora sappiamo che gli ingredienti fondamentali sono tre: la soda caustica, un liquido dove sciogliere la soda e i grassi.

L'idrossido di sodio commercialmente noto come soda caustica, è una base minerale forte, solido a temperatura ambiente, estremamente igroscopico e deliquescente, spesso venduto in forma di gocce biancastre dette perle o pasticche; la sua formula chimica è NaOH. Il suo numero CAS è 1310-73-2. Si trova normalmente in scaglie in ferramenta o nei negozi di bricolage.

Il liquido per sciogliere la soda più usato è l'acqua ma posso essere utilizzati anche infusi, tè oppure succhi di frutta (naturali senza zuccheri o additivi).

I grassi e gli oli sono l'ingredienti possono essere dei più vari. Tutti grassi e gli oli possono essere utilizzati e ognuno ha le proprie caratteristiche.

Vi lascio il link al sito “il mio sapone” dove potete scaricare le caratteristiche di base degli oli e dei burri vegetali. Inoltre ci sono delle tabelle per i coefficienti di saponificazione di ogni olio in modo da poter calcolare la soda.  http://www.ilmiosapone.it/download.html

Oltre questi ingredienti di base possiamo aggiungere profumazioni derivate da oli essenziali o fragranze e scegliere il colore che più ci piace aggiungendo spezie o coloranti naturali. Ad esempio otterremo tonalità di giallo/arancio con la curcuma, il marrone si può realizzare con il cacao. Il verde si può ottenere con la clorofilla o la spirulina, l’indingo può essere usato per il blu e il succo di barbabietola per il rosa/viola. Oppure possiamo utilizzare dei pigmenti cosmetici come le miche.
Si possono aggiungere additivi naturali passando dalle farine, ai semi, alle argille o fiori secchi, insomma fino a dove la fantasia può portarvi.

Perché fare il sapone a casa? 
Per prima cosa è un passo per rendere il mondo più pulito poi perché scegliere da soli gli ingredienti porta ad avere un prodotto finito naturale e non aggressivo per la pelle. Inoltre viene fuori un prodotto totalmente ecobio e assolutamente non testato su animali (esclusa me ;))
Ma economicamente? Bhe considerate che per ottenere un sapone base servono solamente:
- 1 chilo di olio di oliva
- 128 grammi di soda caustica (NaOH)
- 300 grammi di acqua
e si ottengono circa 1.3  kg di sapone.
Personalmente credo che autoprodurre sia una delle migliori scelte da fare in momenti di crisi come questi.
In ultimo ma non meno importante: è divertente!!!

Ci vediamo al prossimo post per la produzione ;)

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ping your blog