www.hypersmash.com Ping your blog

mercoledì 27 giugno 2012

Il mio sapone #2 La saponificazione






Rieccoci qua per il secondo appuntamento sul sapone fatto in casa. Dopo aver elencato tutti i materiali necessari ed aver scelto gli ingredienti da usare si passa alla fase di saponificazione.




Munirsi di guanti, di una mascherina e degli occhiali di protezione.

Per prima cosa vi consiglio di coprire il piano di lavoro con vecchi giornali, quindi pesare con molta precisione la soda da utilizzare e l'acqua. La soda va calcolata in base al coefficiente di saponificazione che distingue ogni olio, cioè la quantità di soda che serve per saponificare un grammo di olio. Per vedere i vari coefficienti esistono varie tabelle online e degli ottimi file calcolatori. Trovate qui i link di riferimento.
Versare lentamente la soda nell'acqua, la temperatura potrebbe arrivare intorno ai 90° quindi, tenete la soluzione in un posto dove non possano arrivare bambini o animali (il lavello è un buon posto). Lasciar raffreddare la soluzione.





A questo punto preparare la fase grassa, pesare tutti gli oli che si sono scelti con molta precisione e unirli in una pentola d'acciaio. Riscaldare gli oli a fuoco basso.


Quando entrambi i componenti saranno arrivati ad una temperatura di circa 45° versare delicatamente la soda nei grassi, mescolare bene e iniziare a frullare.
In questa fase è molto importante fare attenzione a come il composto cambia colore e consistenza. Si continua a frullare fino al momento cosiddetto del "nastro", cioè fino a quando la consistenza non sia abbastanza densa da "poterci scrivere", in altre parole facendo cadere qualche goccia di composto questo rimarrà in superficie.


Aggiungere i componenti facoltativi e mescolare con un cucchiaio di legno. 
Colare la pasta negli stampini e coprire con della pellicola, quindi lasciar riposare 48 ore sotto delle coperte per non far disperdere la temperatura.


Trascorse le ore necessarie, il sapone verrà tolto dagli stampi e lasciato maturare in un luogo fresco e asciutto. Il tempo di stagionatura varia dalle 4 alle 6 settimane.




Queste sono alcune idee che ho realizzato.


Sapone all'olio di mandorle dolci

600g olio d'oliva
200g olio di cocco
50g olio di ricino
100g olio di jojoba

300g acqua
136.3 soda

al nastro aggiungere 50g di olio di mandorle dolci, oe di cipresso e rosmarino e un puntina di indingo per la colorazione.




Con questa base ho poi aggiunto profumi e colori diversi.


Base per sapone al'olio di canapa
Olio d'oliva 600g 
Olio di ricino 50g
Olio di cocco 200g
Olio di canapa 100g
Burro di karitè 50


Acqua 300g
Soda 136.32g




Sapone provenzale
Al nastro ho aggiunto oe di lavanda, menta e cipresso.
La colorazione è stata data con una punta di cucchiaino di indingo.



Sapone alla menta
Il colore verde viene con dato dalla clorofilla (un cucchiaino abbondante) ed è stato usato oe di menta e limone, un sapone fresco perfetto per l'estate!!




Sapone scrub con semi di fragola
Al nastro si aggiunge l'estratto aromatico di fragolina di bosco e la punta di un cucchiaino di mica rosa. Per ottenere l'effetto scrub sono stati utilizzati i semi di fragola.


4 commenti:

Tizyana - Azzurraa ha detto...

Le saponette alla menta e alla fragola sono davvero strepitose :-)

Alessandra ha detto...

Grazie, poi con questi caldi quello alla menta è l'ideale ;)

Soap Manufacturing ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Soap Manufacturing ha detto...

L'unico Calcolatore per Sapone, in grado di calcolare anche la % di Glicerina nel sapone prodotto si trova qui: http://www.soapworld.biz/soap-calculator-handmade-soap.html

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ping your blog